Il nostro sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookie.

Enologia

IL GHIACCIO SECCO E' UTILE PER IL TRASPORTO DEL RACCOLTO ALLA CANTINA

L’utilizzo di CO2 garantisce lo stop alle fermentazioni anticipate e la conservazione degli aromi conservando le proprietà organolettiche del vino.

Le criticità causate dall’incremento delle temperature degli ultimi anni e le conseguenti vendemmie anticipate trovano soluzione nell’utilizzo di questa tecnica.

L’utilizzo dei pellets di ghiaccio secco permette di trasportare l’uva da vendemmiare in tutta tranquillità.

La protezione del frutto è una tappa importante nella produzione di un vino.

L’utilizzo di CO2 garantisce lo stop alle fermentazioni anticipate conservando le proprietà organolettiche del vino.

Ulteriore applicazione è quella della macerazione a freddo per uve bianche e rosse.

VANTAGGI

1.

L’uso di ghiaccio secco durante la produzione dei vini permette di limitare in modo importante l’apporto di ossigeno a livello dei succhi al fine di controllare la dose di ossigeno dissolto.

2.

Dopo la diraspatura il mosto può essere raffreddato velocemente con il ghiaccio secco a circa 5° C per un periodo di circa 12 ore nella pressa. Questo processo si chiama la macerazione carbonica.

3.

Il freddo consente al mosto di mantenere molte sostanze aromatiche, ottenendo un vino particolarmente ricco di aromi primari e non permette ai lieviti di svilupparsi prima della decantazione del mosto ed agli aromi di andare perduti.